Tradizione e passione

La nostra storia

Aloisio Banzola è l’unione di due eccellenze: i fratelli Giacomo e Shara Banzola, che lavorano nel mondo delle calzature fatte a mano dall’età di 18 e 16 anni, e il maestro sarto Gaetano Aloisio. La loro conoscenza e il loro gusto si fondono qui, grazie a un’esperienza più che trentennale da entrambe le parti. E la loro visione è la medesima: la continua ricerca dell’eleganza, con un servizio altamente esclusivo, sia su misura, sia pronto da indossare.

Gaetano Aloisio

“L’ispirazione di un sarto è il suo Cliente”

Più di quarant’anni di esperienza hanno reso Gaetano Aloisio una delle figure più prominenti e riconosciute nel mondo per quanto riguarda la sartoria italiana su misura. All’età di 16 anni si trasferì dalla Calabria a Milano, per affinare la propria conoscenza tecnica alla corte del maestro Bolognesi: qui acquisì la mentalità che ancora oggi applica al lavoro, ovvero che il successo è una questione di qualità. Nel 1986 ha ottenuto il prestigioso premio “Forbici d’oro” e nel 2011 è stato nominato Cavaliere dal Presidente della Repubblica Italiana per il suo contributo allo stile e alla moda italiana.

Shara Banzola

“Il laboratorio è il posto dove riscopro forme e colori”

Ancora oggi, Shara si emoziona nel vedere ciò che riescono a creare per i loro Clienti.

Il suo occhio e il suo talento per l’alta calzoleria rendono Shara Banzola il cuore stilistico di Aloisio Banzola. Ha iniziato a sviluppare la passione per questo mondo insieme con il fratello Giacomo, con il quale ha lavorato per tutta la vita, mail suo talento naturale e il suo senso dello stile l’hanno portata a specializzarsi in modellistica alla prestigiosa Arsutoria School di Milano.

Giacomo Banzola

“Un artigiano non smette mai di imparare”

Calzolaio dall’età di 15 anni, Giacomo Banzola ha sempre creduto che il suo obiettivo nella vita fosse quello di plasmare oggetti con le sue stesse mani. Ha fatto pratica in bottega cercando sempre i migliori Maestri per carpirne i segreti del mestiere: nel 1995 rileva con sua sorella Shara la Calzoleria Giacopelli di Parma e comincia così una scalata volta all’eccellenza, che lo guida verso la missione di riprodurre con le proprie scarpe la bellezza che esiste in natura.